Come smettere di correre all'interno del tuo ristorante come un topo in  una gabbia, anche se sei convinto che sia impossibile fare altrimenti

04.09.2019


Caro ristoratore, immagino che la tua vita professionale sia piena di soddisfazioni e che tu abbia una vita personale appagante, che tu riesca a trovare il tempo per i tuoi cari, per curare le relazioni e per avere qualche buon hobby.

Ok, lo ammetto, stavo scherzando!
So benissimo che tipo di vita fai e che non si avvicina neanche lontanamente alla descrizione appena letta.

Ti ritrovi alla fine di ogni giornata (peggio ancora nel fine settimana quando il tuo carico di lavoro è ancora più oneroso) a tirare le somme e purtroppo tale bilancio è sempre in negativo per quanto riguarda la tua vita personale.

Ti sei barcamenato tutto il giorno tra mille cose da fare, assumendo un ruolo e poi un altro ancora senza un attimo di tregua, figurati se a fine giornata o al mattino seguente hai tempo e voglia d leggerti un bel libro, curare le tue relazioni personali, peggio ancora a fare un po' di sano movimento fisico.

Ed ecco qua che la tua vita si riduce inesorabilmente a PURO LAVORO e magari non sei neanche soddisfatto del tuo utile a fine anno.
Oppure ti rendi conto che durante la giornata avresti potuto eliminare delle azioni acquistando del tempo, in quanto quelle azioni non sono risultate utili rispetto all'obiettivo che ti sei posto.

Così, molto velocemente, ti ritrovi ad essere un vecchio scorbutico e flaccido, senza amici e con dei figli che sono cresciuti senza che tu te ne accorgessi.

Praticamente una vera catastrofe!

È davvero questa la vita che sognavi?

È davvero impossibile essere ristoratori senza necessariamente buttare nel cesso la propria vita personale?

Fermo restando che, come ho già detto altre volte, sicuramente un'attenta e organizzata gestione del tuo personale con la creazione di organigrammi e mansionari chiari e strutturati potrebbe darti una gran mano sia a risolvere il problema del tempo che quello dell'utile e della confusione all'interno della tua attività, questa soluzione da sola non basta!

C'è bisogno di ben altro affinchè tu possa godere del tuo tempo libero, ottenere soddisfazione dai tuoi risultati a fine anno e avere chiaro ogni giorno quali sono le azioni che fanno la differenza.

C'è bisogno di ben altro per fare chiarezza nella tua testa confusa su quali sono le azioni che durante la tua giornata fanno veramente la differenza e quali invece potrebbero essere tranquillamente rimandate o eliminate.

Sarai sicuramente curioso di capire di cosa sto parlando, per questo ti invito a metterti comodo, l'argomento si fa interessante.

Prima di andare avanti però devo chiederti di fare un salto di paradigma.
Si, perché solo se riuscirai ad uscire dalla tua "gabbia" e a guardare alla tua attività con gli occhi di chi deve guidare la nave con lo sguardo rivolto al futuro e non circoscritto al solo servizio della sera allora potrai finalmente conquistare la tua libertà.

E per diventare così bravo devi trasformarti in un vero e proprio Performer in grado di giocare ogni giorno la tua partita migliore.

Sai come fanno i veri Performer a giocare ogni giorno la loro partita migliore?

Hanno imparato quella che Brendon Burchard uno dei coach di crescita personale più seguiti al mondo chiama l'arte della produzione prolifica di qualità (PPQ).

Concentrano attenzione e tempo sulla PPQ e minimizzano ogni distrazione che potrebbe distoglierli dal loro compito.

Hanno capito esattamente cosa devono produrre e hanno individuato le priorità nella creazione, nella qualità e nella frequenza dei risultati da produrre.

In poche parole sanno dove devono andare e come arrivarci nel miglior modo e tempo possibile.

Ti sto chiedendo di fermarti per un momento, magari in un luogo che ti ispira e di ragionare in questi termini:

1 - qual è il punto in cui si trova la mia attività ristorativa

2 - a quale punto la voglio portare (mi sentirò realizzato e soddisfatto se........es. avrò piu' tempo per me; realizzerò più utile a fine anno, darò un posto di lavoro ad altre persone, etc...); ci sarà un motivo vero per il quale ti "sbatti" dalla mattina alla sera, no?!!!

3 - quali sono le attività su cui mi devo concentrare affinchè questo succeda (es. riorganizzare la linea di produzione in cucina; assumere più personale di sala rivedendo il modo di praticare la selezione; impostare organigrammi chiari e strutturati; fare attività di marketing; etc.)

Il punto 3 si riferisce alla cosiddetta produzione prolifica di qualità (PPQ); una volta identificate le attività chiave saprai che almeno il 60% della tua settimana lavorativa dovrà vederti impegnato proprio nello svolgimento di quelle attività e che l'altro 40% deve essere solo ciò che sostiene e agevola il 60%.

Ogni volta che farai un'azione sarai perfettamente consapevole della sua importanza o meno per il tuo scopo e per quello della tua attività ristorativa.

La nebbia si dipanerà ed oltre ad essere più lucido e più presente con te stesso ed i tuoi collaboratori, sarai sicuro di guidare la nave nella giusta direzione.

Questo senso di controllo non solo contribuirà a ridurre la tua ansia quotidiana ma ti porterà dritto al risultato.

Lo so bene che identificare queste attività è la parte più complicata da fare e per aiutarti ti chiedo di rispondere a questa domanda:

"Se ci fossero soltanto 5 mosse principali per raggiungere questo obiettivo, quali sarebbero?"

Parlo di 5 grandi progetti che se portati a termine potranno veramente fare la differenza per la tua attività nel lungo periodo.

Una volta individuate le 5 mosse, compito per niente facile, potrai procedere a suddividere ciascuna mossa principale in attività, scadenze e obiettivi.

Chiarito tutto lo schema, sarai in grado di inserire i vari elementi in agenda e di organizzare la maggior parte del tuo tempo intorno a queste attività chiave.

Ricapitoliamo:

1 - decidi cosa vuoi

2 - determina le 5 mosse principali che ti porteranno a raggiungere l'obiettivo

3 - lavora almeno il 60% della settimana su ognuna delle 5 mosse

4 - dedica solo il 40% del tuo tempo alle "distrazioni"

Pianificando le tue attività in modo così dettagliato non potrai sbagliare e non solo riuscirai a raggiungere i tuoi obiettivi ma lo farai anche nel modo più veloce possibile; nello stesso tempo potrai organizzare la tua giornata in modo più efficiente evitando di lavorare 18 ore al giorno per poi uscire dal tuo locale più frustrato di quando sei entrato.

Sicuramente potrai pensare che questa strategia sia troppo semplicistica per portare ad un risultato concreto ma ti chiedo di mettere da parte anche solo per un momento le tue obiezioni e di prenderti solo un'ora di tempo per provare a farlo; credimi, ti si aprirà un mondo!

Si perché troppo spesso siamo presi dalla quotidianità e dall'urgenza ed entriamo in confusione ma se solo accettassimo l'idea che ogni tanto ci dobbiamo fermare per pianificare eviteremmo tanti dei nostri "guai".

Di questa e di tante altre strategie efficaci parleremo nel nostro Evento annuale di punta, il Restaurant Funnel System Live, l'Unico Evento in cui potrai scoprire il nostro originalissimo Restaurant Funnel System, il primo Sistema di Funnel Marketing applicato al mondo della Ristorazione.

Se sei curioso di capire in cosa consiste questo Metodo e di scoprire cosa faremo al Restaurant Funnel System Live, clicca nel bottone qui sotto.



Silvia Savoia, da 10 anni opera nel campo della formazione, selezione e motivazione del personale.

Pratictioner di Programmazione Neutrolinguistica, con una Qualifica in Counseling Strategico, da tempo aiuta le persone e le organizzazioni a raggiungere Performance di Successo.